Press "Enter" to skip to content

Recensione libro: Helter Skelter di Vincent Bugliosi

Helter Skelter di Vincent Bugliosi

Le sale cinematografiche e i media hanno riportato a galla gli avvenimenti di Cielo Drive del 1969 in cui persero la vita diverse persone ad opera della famiglia e di Charles Manson. Questa operazione mediatica ha avuto compimento nell’attesa dell’uscita di C’era una volta a Hollywood.

 

Titolo: Helter Skelter

Autore: Vincent Bugliosi

Editore: Oscar Mondadori

Prezzo: 11 euro

e-book: Non disponibile

 

 

 

Sinossi: La storia di Charles Manson è forse il caso di omicidio satanico più famoso di tutti i tempi. Quella notte a Hollywood, era il 9 agosto deI 1969, morì una delle modelle più celebri del momento: Sharon Tate, incinta del marito Roman Polansky. In questo libro Vincent Bugliosi, il pubblico ministero nel processo contro Manson, racconta l’intero corso delle indagini che portarono alla condanna del diabolico Charles, con quello che è il più celebre e venduto libro di true crime di tutti i tempi. Di esso infatti sono state vendute sette milioni di copie e una copia è stata trovata persino nella stanza dei due autori della strage di Colombine.

*Prima di iniziare a parlarvi del testo, vorrei approfondire un aspetto presente nella sinossi: Che cos’è la strage di Colombine? Colombine High School è un liceo d’istruzione superiore sito negli Stati Uniti che ha conosciuto una rovinosa strage nel 1999, con due studenti coinvolti, in cui furono ammazzati dodici studenti.

Vincent Bugliosi non è un semplice giornalista di true crime, ma ha partecipato attivamente all’inchiesta giudiziaria che ha permesso agli inquirenti di arrestare e condannare Charles Manson, Susan Atkins, Linda Kasabian, Tex Watson e Patricia Krenwinkel.  Le vittime degli omicidi sono: Abigail Folger, Steven Parent, Sharon Tate, Steven Parent, Jay Sebring e Frykowski.

La tragedia

Una notte del 1969 la polizia di Bel Air si trova coinvolta in una macabra indagine per gli omicidi che passano alla storia come uno degli atti più efferati e cruenti di sempre. Le vittime fanno parte della Los Angeles bene, tra questi figura anche l’attrice Sharon Tate all’epoca residente in una proprietà a Cielo Drive. All’inizio gli inquirenti brancolano nel buio, non esiste un movente tale da indirizzare gli occhi di chi sta compiendo le indagini. Ad accompagnarci nelle indagini è lo stesso Bugliosi che ha vissuto e fatto parte di quella storia. La prima parte del testo descrive i metodi che sono stati applicati per fare le indagini.

Le prime confessioni giungono dal carcere; Susan Atkins, una ragazza dolce e sensibile, confessa l’impensabile alle sue compagne di cella: lei e altre ragazze hanno ferito mortalmente le vittime degli omicidi Tate. Nei primi passi delle indagini, non sembra esserci una ragione specifica poi Bugliosi inizia a mettere insieme dei tasselli che evito di spiegarvi per darvi l’opportunità di leggere.

La mia opinione sull’inchiesta di Bugliosi

Leggendo attentamente l’inchiesta di true crime fornita da Bugliosi, ho potuto constatare che si tratti solo del punto di vista dell’accusa. Nonostante ciò, spesso le informazioni che cogliamo decadono e fanno sorgere dei dubbi importanti. La profetizzazione di Manson, l’Helter Skelter in realtà potrebbero anche non essere veritieri. Sono stati i giudici a creare il movente degli omicidi, o almeno, questa è l’impressione che ho avuto io. Si percepiscono, ancora oggi, diverse incongruenze. Tutto sommato, è stato piacevole leggere un libro così importante e cercare di capirne di più. Non mi pronuncio oltre, ma spero che lo leggiate.

Voto: 4/5

 

 

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: