La verità sul caso Harry Quebert di Joël Dicker- Recensione

La verità sul caso Harry Quebert di


Titolo: La verità sul caso Harry Quebert

Autore:

Editore: La nave di Teseo

Pagine: 784

Prezzo: 17,10 euro

e-book: 9,99 euro

Trama: Estate 1975. Nola Kellergan, una ragazzina di 15 anni, scompare misteriosamente nella tranquilla cittadina di Aurora, New Hampshire. Le ricerche della polizia non danno alcun esito. Primavera 2008, New York. Marcus Goldman, giovane scrittore di successo, sta vivendo uno dei rischi del suo mestiere: è bloccato, non riesce a scrivere una sola riga del romanzo che da lì a poco dovrebbe consegnare al suo editore. Ma qualcosa di imprevisto accade nella sua vita: il suo amico e professore universitario Harry Quebert, uno degli scrittori più stimati d’America, viene accusato di avere ucciso la giovane Nola Kellergan. Il cadavere della ragazza viene infatti ritrovato nel giardino della villa dello scrittore, a Goose Cove, poco fuori Aurora, sulle rive dell’oceano. Convinto dell’innocenza di Harry Quebert, Marcus Goldman abbandona tutto e va nel New Hampshire per condurre la sua personale inchiesta. Marcus, dopo oltre trent’anni deve dare risposta a una domanda: chi ha ucciso Nola Kellergan? E, naturalmente, deve scrivere un romanzo di grande successo.


Una grande amicizia

Nel 1975 ad Aurora, New Hampshire, una ragazza di quindici anni scompare nel nulla. E’ figlia di un pastore molto amato, vive la realtà cittadina priva di clamori per anni non si sa niente della sua scomparsa. Apparentemente, la comunità già scossa dall’accaduto, non conosce il motivo della sparizione. Nelle realtà dove non accade mai nulla, c’è molto di più nel sommerso. Lo scrittore Marcus Goldman vive una vita di crisi, da quando le sue qualità letterarie sembrano essere svanite nel nulla non consentendogli di scrivere un nuovo romanzo da affidare al suo editore per la pubblicazione. In questo momento di profonda crisi personale e professionale, l’amico e mentore di una vita, Harry Quebert, risulta invischiato in questa storia.

Nel 2008 il cadavere della ragazza viene disseppellito nel giardino dell’uomo. Certo della sua innocenza, Goldman si appresta a soccorrerlo cercando di ristabilire la verità. La relazione tra uno scrittore trentenne e una giovane ragazza sembra la classica trama di un giallo. Non bisogna lasciarsi ingannare dall’ambientazione classica di una piccola cittadina americana, con personaggi appartenenti alla classe media e uno scrittore in crisi. Le pagine scorrono intrepide nella ricerca della verità, con intensi colpi di scena e incastri imperfetti. Lo scrittore non è americano, eppure è riuscito a restituire senza fatica tutta la simbologia e l’americanità del grande giallo statunitense. Segue un periodo di tumulti politici, richiamando alla mente grandi capolavori della letteratura americana che, a loro volta, suggestionano argomenti importanti, tutti inrecciati nella grande trama legata a Harry Quebert. Non è un romanzo privo di difetti.

Nola Kellerghan

Il personaggio di Nola Kellergan non rappresenta solo la scomparsa di una ragazzina, la rottura di un equilibrio in una piccola città del New Hampshire. E’ il filo conduttore di tante vite spezzate, molte delle quali richiamano il mestiere di scrittore a fare i conti con sé stessi. Si tratta di un amore, di un omicidio o di qualcosa ancora più sottile e difficile da cogliere sull’atto? La scrittura dei personaggi non è assolutamente banale. Dicker semina e dissemina gli indizi continuamente, non smentendo mai le indagini se non per dargli un valore maggiore. La verità sembra essere lontana, ci sono degli aspetti rimarcatamente inventati per far funzionare la trama, tutto sommato La verità sul caso Harry Quebert regge bene lungo le pagine. La scrittura è intrigante, come se fosse scandita da un ticchettio dell’orologio che parte dalla fine e finisce all’esatto punto della resa dei conti. Nessun personaggio rimane vittima della mera presenza nella storia e alcuni assumeranno una straordinarietà più grande dei protagonisti. L’impressione è che Dicker ha portato a termine un grandissimo lavoro, al di sopra delle aspettative iniziali e che supera l’inquadramento letterario entro cui è ingabbiato.

 

Informazioni sull'autrice

Classe 1994, da sempre innamorata della conoscenza e della letteratura. Sono appassionata di studi sociologici e della pallacanestro americana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *